CLOSE
Back To Top

E-Commerce e Mobile Commerce: l’Italia che cresce

 

A livello generale, comunque, possiamo dire che nel 2013 il comparto economico relativo ai prodotti ha fatto registrare, sempre in Italia, un aumento del +25%, a fronte di un aumento del +13% del comparto servizi, anche se va evidenziato che quest’ultimo riguarda il 61% delle vendite. Nello specifico poi, possiamo constatare che è il settore del turismo a farla ancora da padrone, con una quota di mercato pari al 43%, confermandosi così uno dei comparti più progrediti e attivi da tempo nell’online.

Altro dato di grande interesse è quello relativo al Mobile Commerce che, come abbiamo visto, lo scorso anno ha fatto registrare un aumento del +255% rispetto il 2012, arrivando a conquistare così il 12% sul totale dell’E-commerce nazionale. Il merito è da attribuire anche al fatto che i device mobile hanno di fatto esteso la possibilità di poter effettuare acquisti in orari e in luoghi impensabili fino a qualche tempo fa (sul divano di casa alle 10 di sera, ad esempio).
Ne deriva chiaramente che sempre più le aziende devono far sì che i propri siti e i propri e-commerce siamo responsive, si adattino cioè automaticamente al tipo di device su cui vengono visualizzati (desktop, smartphone e tablet), per facilitarne la consultazione da parte dell’utente finale.

In generale, ad oggi i consumatori italiani del web, i “web-shopper”, hanno raggiunto quota 14 milioni e, di questi, oltre il 90% acquista on-line mediante carta di credito o Paypal, superando così la storica barriera del “non acquisto on-line perché non mi fido”.

Tuttavia, nonostante l’importante crescita avuta dall’E-commerce e dal Mobile commerce, la penetrazione nel nostro Paese si attesta intorno al 3%, posizionando l’Italia tra gli ultimi posti nella classifica dei paesi europei (Germania, Francia e Spagna fanno registrare una penetrazione che oscilla tra il 4,5 e l’8,6%). 

Ma le previsioni per il futuro sono ottimistiche e parlano di decisa crescita! Si stima infatti che entro la fine del 2016 l’E-commerce in Europa raddoppierà il suo valore con un conseguente aumento dei posti di lavoro.

 

Author: Elisa Todesco